Chiese e luoghi di culto

Duomo di San Pietro

Descrizione

Il Duomo di San Pietro, così come appare oggi, è l’ultima di molte ricostruzioni che ebbero inizio da una cappella medioevale dedicata a San Pietro esistente sul colle Gorzone. Dipendente dall’antica Pieve di Pievebelvicino, chiesa madre di tutte le altre della Val Leogra, a partire dal XII sec. l'arciprete trasferì qui la sua residenza e da allora diventò la principale chiesa della vallata.

La chiesa attuale, che si raggiunge tramite una scenografica scalinata, costruita nel 1837 da Tommaso Meduna, è preceduta dal classico prònao, con i due piccoli campanili, costruito tra il 1805 e il 1820 da Carlo Barrera, su progetto di Antonio Diedo, che si ispirò al tempietto di Maser del Palladio. La navata centrale, eretta tra il 1740 e il 1754 da Giovanni Battista Miazzi, fu ampliata nel 1780 con il coro, disegnato da Domenico Cerato di Padova.

Nel XIX secolo lo sviluppo industriale e l'incremento demografico, legati all'industrializzazione e favoriti da Alessandro Rossi, videro, tra il 1877 e il 1879, la costruzione della canonica e l'ampliamento della chiesa con le due navate.

Mentre gli altari sono di fattura settecentesca, la decorazione interna è opera di vari artisti attivi tra XIX e XX sec., tra cui lo sloveno Valentino Zajec (per i bassorilievi dell’attico della navata e le statue degli apostoli e degli evangelisti), Giovanni Busato (stereocromie del presbiterio e la pala dei ss. Carlo e Luigi), Valentino Pupin (per la volta e la pala di s. Giuseppe), Romano e Guido Cremasco, per le immagini degli altari, Tito Chini (abside e vele delle finestre) e Alfredo Ortelli (Gesù maestro). Nella chiesa e in sacrestia si trovano preziose tele di varie epoche ed autori: da Alessandro Maganza a Tomaso Pasquotti.

La chiesa ha due organi: un Mascioni del 1942 e uno di scuola pugliese del XVIII secolo. A destra della chiesa, preceduta dal bel giardino pensile, è la canonica, caratterizzata dall'orologio pubblico sulla facciata. Al suo interno sono conservati dipinti di varie epoche e autori. L'edificio ospita all'ultimo piano l'Archivio e la Biblioteca del Duomo.

Correlati

Chiese e luoghi di culto
Santuario di S. Giuseppina Bakhita e Mostra permanente

Chiesa famosa perchè conserva le spoglie di santa Giuseppina Bakhita,...

Chiese e luoghi di culto
Chiesa di Santa Giustina

Rappresenta una delle più antiche testimonianze dell'evangelizzazione cristiana nel nostro...

Nelle vicinanze

Cuore di Schio
Skiosco al Castello

Skiosco al Castello

Cuore di Schio
Querida abbigliamento

Querida abbigliamento donna e bambino

Cuore di Schio
Buonmercato Plebani

Negozio abbigliamento

Cuore di Schio
Panetteria Bar Gasparini

Panetteria Bar Gasparini

Cuore di Schio
Ribes

Ribes

Cuore di Schio
Stella Più

Stella Più

EVENTO IN EVIDENZA
In corso
Natura
I Venerdì del CAI Web

PORTE PASUBIO 1916 – 2022 dalla città della guerra al rifugio Papa

Data Evento
Inizio: 19 mar 12:00
Fine: 31 dic 00:00